Sei in » Cronaca
01/01/2016 | 12:09

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casarano, insieme ai colleghi della Stazione di Racale, hanno tratto in arresto per detenzioneai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un giovane di Alliste.


Vettura dei Carabinieri


Alliste.
I militari del’Arma non solo sono stati impegnati in questi giorni nel sequestro e nel recupero di materiale esplodente non conforme alla legge – e quindi potenzialmente pericoloso, ma hanno proseguito come ogni giorno nell’importante attività di controllo del territorio per la prevenzione dei reati.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Casarano, nella mattinata di ieri, a conclusione di una attività info-investigativa, hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Gianluca Santo De Vitis, 26enne di Alliste. Il giovane, volto noto nell’ambiente dello spaccio, alla vista dei militari ha consegnato spontaneamente un involucro contenente marijuana del peso di 8 grammi.

I carabinieri operanti, però, hanno voluto approfondire il controllo effettuandolo in tutta l’abitazione, dove sono stati rinvenuti in cucina – precisamente sul tavolo - due nastri isolanti di colore nero, un grinder usato per tritare solitamente la sostanza stupefacente e vari ritagli di cellophane di colore bianco a forma circolare utilizzati per confezionare lo stupefacente. Sul divano sempre in cucina,  un bilancino di precisione.

La perquisizione è stata poi estesa anche al garage pertinente l’abitazione, dove all’interno dell’autovettura sottoposta a fermo amministrativo, sul sedile posteriore è stata trovata una busta in cellophane di colore nero, di quelle usate solitamente per la raccolta dei rifiuti, al cui interno vi erano gr. 345 di altra marijuana, tutto celato in un cartone di colore rosso e bianco, contenente all’origine delle scarpe.

Tutta la sostanza stupefacente e il vario materiale di confezionamento è stato sottoposto a sequestro e il 26enne è stato dichiarato in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Lecce.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |