Sei in » Cronaca
14/07/2015 | 14:16

Il fiuto del cane Amun del Nucleo cinofili di Bari ha permesso ai carabinieri della stazione di Taviano, insieme ai colleghi di Racale di scoprire sotto il materasso 300 grammi di marijuana nascosti in 4 barattoli. Ai domiciliari finisce Loris Pasquale Casarano


Il cane Amun fiuta la marijuana nascosta sotto il materasso


Alliste. In passato, i nostri avi erano soliti nascondere i soldi guadagnati nei barattoli di caffè o sotto il materasso. Un’abitudine, numeri alla mano, tornata prepotentemente di moda a causa della crisi economica che ha spinto soprattutto molti pensionati a tornare ai cari quanto vecchi ‘metodi’ di risparmio. Così, invece, di raccontare un'Italia antica e lontana, come nei film di Totò, si parla di "unbanked", il popolo dei senza banca, come in gergo vengono definiti. Evidentemente, anche Loris Pasquale Casarano, 41enne residente ad Alliste, avrà pensato che il ‘giaciglio’ fosse un  nascondiglio infallibile, se ha deciso di occultare proprio lì, non certo banconote, ma marijuana.  
 
Di certo non poteva immaginare che avrebbe dovuto fare i conti con il fiuto infallibile di ‘Amun’, il cane del Nucleo cinofili di Bari che ha scovato lo stupefacente. Durante la perquisizione in casa del 41enne, infatti, mentre stavano controllando la camera dove dormiva, il cane si è fermato piedi del letto matrimoniale, nell’angolo sinistro, e ha iniziato a grattare. È bastato alzare il materasso che è subito spuntato fuori, anche se ben nascosto, un barattolo di vetro contenente la marijuana. Sempre sotto il materasso, nei restanti tre angoli, i carabinieri della stazione di Taviano, insieme ai colleghi di Racale, hanno trovato altrettanti barattoli, uguali al primo, e contenenti la stessa sostanza. Il peso della droga si aggira intorno ai trecento grammi, 316 per l’esattezza.
 
Casarano, volto già conosciuto alle forze dell’ordine, dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Dell’intera operazione è stato informato il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce che ha disposto l’accompagnamento del 41enne presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.




I 4 barattoli sequestrati dai Carabinieri
Loris Pasquale Casarano
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |